COMUNITA’ ENERGETICA

Prosegue il progetto della Comunità Energetica del Pinerolese, soprattutto a seguito dell’emanazione della Legge Regionale nr. 12/2018 che ha promosso in Piemonte la nascita di comunità energetiche, quali enti senza finalità di lucro, cui possono partecipare comuni, imprese e privati.

Il Team,   supportato da un gruppo di Legali, ha predisposto un Protocollo d’intesa, redatto sulla base della L.221/2015 che promuove la costituzione della “Oil free zone” del Pinerolese, denominata OIL FREE ZONE TERRITORIO SOSTENIBILE, ossia un’area territoriale nella quale, entro un determinato arco temporale, si prevede la progressiva sostituzione del petrolio e dei suoi derivati con energie prodotte da fonti rinnovabili. Tale documento è stato trasmesso a tutti i comuni del bacino “Acea” ed è stato già sottoscritto da  32  comuni.

Esso vuole essere il primo passo formale per giungere alla successiva costituzione della Comunità Energetica del nostro territorio.

Parallelamente gli studenti del Politecnico hanno condotto un’indagine sulla produzione e consumi di energia nel territorio di riferimento al fine di addivenire ad una sorta di “bilancio energetico”  e di rilevare la situazione energetica dell’intero pinerolese.

Sulla base dei dati, è stato  individuato  un “prototipo di comunità energetica” con tre tipologie di soci (comuni, aziende, privati) con parametri ottimali rispetto ai criteri definiti dalla normativa regionale e dalla direttiva europea RED II: sei comuni (Cantalupa, Frossasco, Roletto, San Pietro Val Lemina, Scalenghe, Vigone); cinque imprese; sei raggruppamenti di cittadini (uno per ogni ambito comunale). Consumo totale di energia elettrica del gruppo: circa 17 GWh/anno. Autoproduzione del gruppo: circa 17GWh/anno (quindi copertura totale). Origine dell’energia autoprodotta: 99% da rinnovabili.

E’ stata individuata la cooperativa per azioni quale forma giuridica ottimale della comunità energetica.

Nel dicembre 2019 c’è stata la partecipazione al bando della regione Piemonte per l’assegnazione di un contributo alle spese di avvio di progetti di comunità energetiche. Nel gennaio 2020 la Regione Piemonte ha approvato il  progetto   pinerolese, assieme ad altri tre progetti (Val Susa, Valle Po, Valli Maira e Grana), con assegnazione di un contributo di 10.000 € versati al comune di Scalenghe come capofila della proposta.

Il gruppo di lavoro ha visto la partecipazione attiva di   Legambiente nazionale e Regionale.

 

 
Grandezza caratteri
Contrast